5.4.18

UN PIDUISTA AL QUIRINALE





In qualsiasi Stato di diritto non ci sarebbe la possibilità di interloquire a livello istituzionale per fare un Governo democratico con personaggi condannati in via definitiva, a causa di gravi reati e interdetti dalla pubblica amministrazione. Berlusconi Silvio (tessera P2 numero 1816) era già incandidabile per legge nel 1994 poiché titolare di licenze radiotelevisive.





Nel frattempo qualcuno spieghi a Di Maio (privo di numeri statistici) in guerra con la lingua italiana, l'idioma inglese, nonchè la storia, la geografia e il diritto, che il presidente del Consiglio italiano viene scelto dal presidente della Repubblica sulla base di una possibile maggioranza parlamentare.

 


http://www.corriere.it/politica/18_aprile_05/governo-secondo-giorno-consultazioni-quirinale-5bf59472-388f-11e8-88e7-5b815ecb2975.shtml