4.2.18

GUERRA NUCLEARE USA



La parola d’ordine è disarmante: rilancio del nucleare a stelle e strisce. Trump come promesso in campagna elettorale rilancia la produzione di armi nucleari, pronto a dare il via alla produzione di due nuovi ordigni nucleari a “basso potenziale”. Anche  l'Italia non è da meno con l'acquisto di 90 cacciabombardieri nucleari F35 e la presenza di un arsenale atomico dello zio Sam (ordini nucleari b 61), in violazione del TNP.

A illustrare la nuova dottrina sono i vertici del pentagono, dopo aver portato a termine la revisione del Nuclear Plan varato nel 2010 sotto Obama.

La revisione ordinata da Trump non è comunque un rovesciamento dle programma varato nell’era Obama. Infatti, se da una parte la nuova strategia supera quel piano, puntando ad aumentare le opzioni nucleari a disposizione, dall’altro ri registra una continuità con la precedente amministrazione. 

Ora il Pentagono è pronto a sviluppare nuovi missili balistici e missili Cruise su cui montare testate nucleari a basso potenziale che possano essere lanciati da sottomarini.