26.5.17

VACCINI PER TUTTI IN ITALIA O NIENTE!

di Gianni Lannes

Perché sacrificare i più indifesi che non hanno voce? Se bambini e adolescenti in salute dovranno essere forzatamente sottoposti ad un molteplice bombardamento di inoculazioni vaccinali per rallegrare gli affari delle multinazionali, allora per mera logica, l’obbligo vaccinale dovrà valere anche per tutti i componenti del governo tricolore che ha varato il 19 maggio scorso il decreto legge a partire dalla Lorenzin e da Gentiloni, dai medici favorevoli al tso vaccinale a cominciare da Burioni del San Raffaele, tanto per dare il buon esempio alla nazione, nonché per il personale della scuola: insegnanti, ausiliari, presidi, provveditori e così via. Troppo comodo vaccinare i bambini con il ricatto ed esentare gli adulti. Vaccinati o licenziati. 

SU LA TESTA!

Senza il sostegno concreto dei lettori non sarà possibile garantire più alcuna inchiesta. Ricerca, analisi e studio richiedono tempo utile e dispendio di denaro per le spese occorrenti.


In questo sito dove migliaia di persone quotidianamente attingono gratis informazioni documentate, non ci sono sponsor o messaggi pubblicitari, e anche ciò consente di essere completamente indipendenti e non influenzabili. Se apprezzi questo lavoro di documentazione a disposizione di chiunque gratuitamente, puoi premiare SU LA TESTA! con una semplice  donazione.

Grazie e buon vento!
 
SU LA TESTA!

conto corrente di Poste italiane

iban:

IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742
 

dall'estero:
 
codice BIC/SWIFT

BPPIITRRXXX

ORGANI UMANI: PEZZI DI RICAMBIO AL MERCATO MEDICO

di Gianni Lannes

Trapianti ed espianti di organi. Può decidere il mercato? C’è tutta un’industria che tratta gli esseri umani come macchine. Se si rompe un pezzo, chi ha i soldi lo cambia con un altro, magari di un bambino appositamente rapito ed assassinato su commissione medica. Questi crimini contro l'umanità possono essere impediti solo se le leggi avranno una profonda moralità, superiore agli interessi della casta medica, e a tutti coloro che speculano sulla vita umana. 

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

VACCINI: DECRETO LEGGE FANTASMA!



ROMA, 19 MAGGIO 2017

di Gianni Lannes

Nel belpaese inoculazione forzata su neonati, bambini e adolescenti fa rima con speculazione. Il comunicato stampa licenziato il 19 maggio 2017 dal trio Gentiloni, Lorenzin e Madia recita così:

«VACCINAZIONI OBBLIGATORIE IN ETÀ INFANTILE. Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale (decreto legge). Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e della Ministra della salute Beatrice Lorenzin, ha approvato un decreto legge contenente misure urgenti in materia di prevenzione vaccinale. Il decreto è diretto a garantire in maniera omogenea sul territorio nazionale le attività dirette alla prevenzione, al contenimento e alla riduzione dei rischi per la salute pubblica con particolare riferimento al mantenimento di adeguate condizioni di sicurezza epidemiologica in termini di profilassi e di copertura vaccinale, superando l’attuale frammentazione normativa. In questa prospettiva, che tiene conto anche degli obblighi assunti e delle strategie concordate a livello europeo e internazionale, il decreto in primo luogo estende il novero delle vaccinazioni obbligatorie in coerenza con il Piano nazionale di prevenzione vaccinale».

Dov’è finita l’urgenza? Chi ha stabilito a tavolino le misure urgenti? Nessuna pandemia, soltanto una decisione del 29 settembre 2014 presa alla White House, come da fonte AIFA. Chi ha dettato la linea affaristica? Forse le solite e famigerate multinazionali che hanno già incontrato Renzi e la Lorenzin? A tutt’oggi, 26 maggio 2017 il predetto decreto legge non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, tarda la firma del presidente della Repubblica. Al Quirinale hanno fiutato il peso di questo atto fuorilegge, ovvero incostituzionale?


GUERRA NUCLEARE: ITALIA IN PRIMA FILA




di Gianni Lannes

Dal 17 giugno al 7 luglio 2017 presso le Nazioni Unite a New York, si svolgerà una sessione della "United Nations conference to negotiate a legally binding instrument to prohibit nuclear weapons, leading towards their total elimination" per discutere e approvare la "Draft Convention on the Prohibition of Nuclear Weapons".

24.5.17

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

TUMORI NELL'INFANZIA: PRIMATO ITALIANO

di Gian Paolo Farina*

L'attuazione della prevenzione primaria per evitare che i nostri figli , cittadini italiani   si ammalino e muoiano di patologie tumorali e leucemie  non esiste? Quando si toccano gli interessi delle case farmaceutiche si mobilita la Stato e si promuovono leggi urgenti e sanzioni drastiche . Gli "uomini" delle  istituzioni si trasformano in patrioti (vedere dichiarazioni Sip-pediatri). Quando  ci sono da prendere provvedimenti che tutelino le fasce più deboli ed indifese, i  pilastri della nazione italiana, i nostri bambini, promuovendo strumenti che riducano le fonti delle emissioni, bonifica dei territori contaminati da decenni di barbaro e sistematico utilizzo dell'ambiente come discarica incontrollata, allora gli stessi decisori s'intimidiscono e paiono affetti da deficit sensoriali ed ipoudenti. Uno strabismo legislativo che in un cosiddetto paese civile democratico assume connotati inaccettabili se non provocatori.

 *medico

 https://comune-info.net/2017/05/tumori-infantili-primato-italiano/

GIOCHI DI GUERRA SULLA PELLE DEI SARDI

di Gianni Lannes

Sulla grande isola ad ovest dello Stivale che scruta la penisola iberica nel bel mezzo del Mar Tirreno, ormai da decenni la primavera viene annichilita dall’impronta bellica. Altro che cartolina vacanziera. Anche quest’anno in mare lo scenario infernale non muta. «Esercitazioni a fuoco: lanci di missili e razzi nel mese di marzo, aprile, maggio e giugno 2017». Le ordinanze della Capitaneria portuale di Cagliari attestano l’interdizione alla navigazione, all’approdo, alla pesca ed ai mestieri affini, entro le acque territoriali comprese nella giurisdizione del circondario marittimo cagliaritano.

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

VACCINI: PROVE DI TOTALITARISMO IN ITALIA



di Gianni Lannes

Un altro radiato: Dario Miedico (77 anni) è uno dei 153 firmatari della lettera all’Iss che vanta il presidente Ricciardi in macroscopico conflitto di interessi. Fu così che in Italia non ci fu più una sola reazione avversa ai vaccini. Sotto dittatura il dissenso critico è assolutamente vietato. L’Istituto superiore di sanità ha ricevuto un documento firmato appunto da 153 medici nel quale si segnalano le tare di una pratica mal eseguita (secondo i firmatari), ed anziché occuparsi di tali rischi, cioè svolgere il suo lavoro, fa da delatore per una ritorsione privatistica. Ben 15 paesi europei, tra cui la Germania non hanno programmi vaccinali. Visto l'andazzo, adesso i medici che certificano i falsi invalidi li fucilano? 

TORTURA TECNOLOGICA


di Gianni Lannes

Va in onda la stagione del grande fratello. Una rassegnata abulia e una stanchezza mentale avvolgono il belpaese dove peraltro la tortura non è un reato penale, mentre la libertà espressiva è un delitto  sanzionato da un codice fascista ancora in vigore.In compenso dal 2006 è operativa Eurogendfor che già dispone sia pure illegalmente, delle informazioni sensibili della popolazione europea.


ALTERAZIONE DELLO SPAZIO UMANO



di Gianni Lannes

Radiazioni artificiali provocate da esperimenti nucleari, surriscaldamento della ionosfera con onde ad alta frequenza, esperimenti chimici, scariche VLF, elettrosmog e così via, all’insaputa dell’umanità. Un nuovo studio realizzato da  alcuni ricercatori anglo-americani, intitolato “Anthropogenic Space Weather” è stato pubblicato su “Space Science Reviews” il 27 marzo scorso. La ionizzazione dell’aria neutralizza l’elettricità statica. Il riscaldamento elettrico secca l’aria ambientale e distrugge gli elementi di vitalità. Lo schermo del televisore e quello del computer sono potenti emettitori d ioni elettrici devitalizzanti.

riferimenti:

https://arxiv.org/pdf/1611.03390.pdf 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=darpa 

VACCINI: DECRETO LEGGE IRREPERIBILE!

di Gianni Lannes

Effetto rolex: nemesi medica e politica. Comunque, giù le mani dai bambini! Dopo una martellante propaganda dei mass media senza un filo di razionalità, in barba ai dettami dell’evidenza scientifica, inventando un’epidemia inesistente, il 19 maggio scorso il consiglio dei ministri su proposta del primo ministro Gentiloni e del ministro Lorenzin, con il pretesto dell’urgenza - grazie all'inesistente opposizione parlamentare - ha approvato il cosiddetto decreto legge che impone un bombardamento di vaccini sui minori, vale a dire un trattamento sanitario obbligatorio che viola i diritti costituzionali di neonati, bambini, adolescenti e genitori.

A tutt’oggi, 24 maggio 2017, lo strombazzato decretino pompato da giornali e dalle radio-televisioni di regime nonché dai camici grigi con il presidente dell'Istituto superiore di sanità in palese conflitto di interessi, non è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Ma ecco cosa stabilisce l’articolo 77 della Costituzione Repubblicana Italiana, a cui i politicanti italidioti devono attenersi rigorosamente:

«Il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. Quando, in casi straordinari di necessità e d’urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere che, anche se sciolte sono appositamente convocate e si riuniscono entro cinque giorni. I decreti perdono efficacia sin dall’inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione. Le Camere possono tuttavia regolare con legge i rapporti giuridici sorti sulla base dei decreti non convertiti».

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

23.5.17

GIANNI LANNES A LANCIANO IL 3 GIUGNO


VACCINI: DECRETO LEGGE NON PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE

di Gianni Lannes

Nessuna epidemia o pandemia in Italia. E così il tanto sbandierato decreto legge varato il 19 maggio 2017 dal consiglio dei ministri, ovvero da Gentiloni ma soprattutto dalla Lorenzin, non è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, e non è stato trasmesso al Parlamento. Dunque, non ha alcun valore giuridico, legale, amministrativo. E il 20 luglio decade definitivamente. Tanto rumore per nulla, eppure i grullini al primo accenno di tempesta  si sono subito calati le braghe, invece di difendere bambini e genitori. Ma di cosa hanno paura i politicanti italidioti, inclusi gli ultimi onorevoli tromboni?

FALCONE E BORSELLINO: ASSASSINATI DALLO STATO ITALIANO



22.5.17

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

AMORE, BELLEZZA, PIETA’


Rodi Garganico (1987) © Gianni Lannes

di Gianni Lannes

Nonostante il macrocosmo attuale di incomprensioni ed egoismi, mi rivedo bambino in casa dei miei nonni materni dove sono venuto al mondo in modo naturale, senza bisogno di alcun medico. Lì, nel profondo Sud, una volta tutto era semplice e antico. 


GENTILONI E LORENZIN: GIU’ LE MANI DAI BAMBINI!



di Gianni Lannes

Il recente decreto legge che impone il trattamento sanitario obbligatorio vaccinale a neonati, bambini e adolescenti, viola non solo la Costituzione Repubblicana Italiana, ma altresì anche una serie di convenzioni internazionali ratificate dall’Italia a protezione dell’infanzia.

DECRETO VACCINI: FUORILEGGE

Il decreto legge del 19 maggio 2017 licenziato dal consiglio dei ministri, su iniziativa di Gentiloni e Lorenzin, (ma non pubblicato in Gazzetta Ufficiale e non trasmesso al Parlamento, e dunque non valido), viola in punta di diritto e in un solo colpo norme nazionali, trattati europei e convenzioni internazionali:
 

VACCINI:IL DECRETO LEGGE FANTASMA!


di Gianni Lannes

Per essere valido un decreto legge deve essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale e subito sottoposto al vaglio del Parlamento per l’eventuale conversione in  legge entro 60 giorni inderogabili. A tutt’oggi niente di tutto questo, nonostante la sbandierata urgenza: c’è soltanto un comunicato stampa del 19 maggio scorso, un atto ufficiale che recita:

«Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e della Ministra della salute Beatrice Lorenzin, ha approvato un decreto legge contenente misure urgenti in materia di prevenzione vaccinale».

Attualmente in Italia non è in atto alcuna epidemia o pandemia, eppure il governo tricolore con un palese abuso di potere, preclude l’accesso alla scuola pubblica a chi non si vaccina forzatamente. 

UN MEDICO CONTRARIO ALLA VACCINAZIONE OBBLIGATORIA

di Franco Giusto

Come medico chirurgo tengo a precisare che non sono contrario alla somministrazione di alcuni vaccini se usati con scienza e coscienza ogni qualvolta se ne richieda il loro effetto preventivo su specifiche malattie, anche se non sempre è garantito che ciò avvenga in modo efficiente dopo la loro somministrazione. Io stesso quando scendo in Africa ad operare come volontario mi sottopongo ad alcune vaccinazioni obbligatorie ma allo stesso tempo utili in quei paesi dove le scarse condizioni igieniche e di sviluppo civile della società mantengono alto il rischio del contagio di infezioni (ad es. febbre gialla, tifo, tetano, epatite B). Ci sono alcune indicazioni riconosciute scientificamente utili e obbligatorie per alcuni vaccini: ad es. in chirurgia la somministrazione del vaccino antipneumococcico ai pazienti che devono essere sottoposti a splenectomia per evitare tale grave e talora mortale infezione postoperatoria. Personalmente mi auguro che possa presto essere definito un efficiente vaccino antimalarico che salverebbe la vita di molti bambini e adulti nei paesi sottosviluppati , dove la malaria miete centinaia di miglia di vittime ogni anno (visto che non c'è l'intenzione di debellarla bonificando il territorio).

SONO CONTRARIO alla vaccinazione obbligatoria preventiva indiscriminata di massa dei bambini sani in un paese con buone condizioni igieniche e in assenza di epidemie vere accertate di malattie infettive. SONO CONTRARIO all'uso degli attuali vaccini umani che contengono sostanze additive tossiche, sotto forma di nanoparticelle, quali alluminio e mercurio in grado di provocare in alcuni bambini "predisposti" reazioni allergiche o più gravi a carico sia del sistema neurologico o altri distretti corporei.

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

VACCINI: CHE FARE PER PROTEGGERE I BAMBINI!


di Gianni Lannes


Cari genitori avete il dovere in prima persona di proteggere concretamente i vostri figli. La salute dei bambini è sacra. Le vaccinazioni imposte dallo Stato italiano annientano l’immunità naturale, spesso invalidano a vita i piccoli (alla voce autismo), a volte uccidono e provocano malattie inguaribili come effetti collaterali.

L’articolo 32 della Costituzione stabilisce che: 

«La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana».
 

Non vaccinarsi è una scelta individuale prevista dagli articoli 2 e 32 della Costituzione. Come ha puntualizzato la Corte di Cassazione, «non è lecito richiedere al singolo di esporre a rischio la propria salute per un interesse collettivo, senza che la collettività stessa sia disposta a condividere il peso di eventuali conseguenze negative per il singolo».

FARMACI PER I SANI: PROFITTI ALLE STELLE





Gent. Redazione ho trovato su fb un post di Prabhat Eusebio con questa foto e commento che la dice lunga sui programmi  delle case farmaceutiche :

" Cominciamo a togliere i veli.
Questa è una foto scattata a un recente convegno italiano della Merck nota azienda chimica e farmaceutica (da una persona che rimarrà anonima), e che ben rappresenta il rispetto che le case farmaceutiche hanno per la vita. La frase è di Henry W Gadsden, direttore generale della multinazionale farmaceutica Merck tra il 1965 e il 1975 (durante la sua leadership i guadagni della Merck quadruplicarono): “Il nostro sogno è produrre farmaci per le persone sane, questo ci permetterebbe di vendere a chiunque”. OGNI COMMENTO E’ VERAMENTE SUPERFLUO!!! "

21.5.17

GRILLO & GRULLINI: VACCINATI




di Gianni Lannes

Il 19 maggio Renzi ha bacchettato i pentastelluti. E così il 20 maggio il comico, padrone - come da atto notarile - del partito 5 stelle ha innestato la retromarcia sui vaccini. In un post infatti si legge il seguente titolo: “Il MoVimento 5 Stelle è per la massima copertura vaccinale”.


UN MEDICO CONTRO IL BOMBARDAMENTO DI VACCINI

di Franco Giusto*

Ma su quali basi, risultati scientifici o metodologie riconosciute dall'OMS obbligano a una simile prevenzione bambini da 0 a 16 anni in assenza di accertate epidemie? La percentuale di complicanze possibile le hanno valutate o non hanno importanza? Allora presto dovremo aspettarci anche una legge sull'appendicectomia preventiva visto che l'appendicite acuta, sebbene non trasmissibile, è frequente e molto più pericolosa per la vita di un bambino di qualsiasi altra malattia esantematica

*medico-chirurgo

CONTRO LA DITTATURA DEI VACCINI





di Gianni Lannes

Dallo Stato di diritto allo Stato di Polizia: così si scivola nella dittatura. Inoculare 12 vaccini obbligatoriamente ad un bimbo. Un trattamento sanitario forzato multiplo su un soggetto in salute e in assenza di alcuna epidemia è un crimine contro l’umanità. Accade in Africa? No, nel terzo mondo dell’Europa, ovvero l’ Italia un paese privo di sovranità in compenso imbottito di subalternità, una colonia nordamericana dal 3 settembre 1943, ovvero dalla firma dell’armistizio corto di Cassibile. E’ in corso un esperimento di eugenetica su grande scala: l’infanzia italiana è una cavia gratuita. La libertà di scelta è un diritto costituzionale, ma comunque via la patria potestà ai genitori che non fanno marchiare i loro figli per debilitarli e renderli clienti a vita delle medicine. Neanche Hitler e Mussolini sono arrivati a tanto contro i rispettivi popoli. Sulla salute però neanche lo Stato (che vanta il monopolio legalizzato della violenza) può abusare o lucrare. Il governo Gentiloni minaccia pargoli, famiglie e genitori. Ma con quale diritto se non con un abuso di potere intollerabile? 50 dosi suddivise per dodici vaccini - contenenti alluminio, formaldeide e mercurio - in breve tempo per potere iscrivere in Italia propri figli alla scuola dell’obbligo, pubblica e privata. Così hanno stabilito a Washington il 29 settembre 2014. Perché l’Italia deve essere subalterna a logiche affaristiche straniere prive di fondamento scientifico? E’ una follia unica al mondo che annienta la libertà, calpesta il buon senso e viola leggi e normative vigenti. Evidentemente qualcuno ai piani alti vuole scatenare una guerra civile nel belpaese e forse distogliere l’attenzione generale da qualche porcata ben peggiore. 

Personalmente sono già pronto a combattere a qualsiasi livello anche sacrificando la mia vita, per difendere concretamente neonati, bambini e adolescenti. Tanti genitori non hanno intenzione di rinunciare alla salute dei propri figli per l'ignoranza ed il parassitismo dei politicanti italidioti (inclusi gli onorevoli grullini), nonché dei medici arraffasoldi e senza umanità (il comparaggio è una pericolosa patologia da debellare). Troveremo anche qui tanti Rolex?
 

20.5.17

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

GRULLINI &VACCINI




 di Gianni Lannes

Si sa: la rete non perdona! Questo è il riferimento per ascoltare ciò che Beppe Grillo diceva sui vaccini:



Ecco cosa asserivano gli europarlamentari pentastelluti soltanto due anni fa:

Infine l’ultimo voltafaccia:


VACCINI: ABUSO DI POTERE IN ITALIA




 di Gianni Lannes

Nel belpaese le autorità impongono con un decreto legge privo di presupposti costituzionali, solo cavie e clienti a vita delle multinazionali farmaceutiche, annichilendo la salute della gioventù italiana. In passato, ufficialmente soltanto a 631 danneggiati dalle vaccinazioni lo Stato ha riconosciuto il diritto all’indennizzo. Neonati, bambini e adolescenti d’ora in poi saranno bombardati da ben 12 vaccini, che il ministro Beatrice Lorenzin (un’analfabeta funzionale cha ha confuso i batteri con i virus) ha imposto con un decreto legge il 19 maggio 2017, dettato a Washington il 29 settembre 2014. Tale abominio non ha eguali nel mondo. A guadagnarci è principalmente la Glaxo che ha investito un miliardo di euro e vuole fare cassa sulla pelle dei nostri figli. Renzi nell'autunno dell'anno 2014 ha incontrato i referenti delle principali corporations e ha calato le braghe della nazione senza avvertire prima il popolo sovrano. La tutela della salute - sancisce la Costituzione italiana-  non è un trattamento sanitario obbligatorio. Il decreto legge Lorenzin deliberato ieri dal consiglio dei ministri per essere valido doveva essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale ieri, ma non vi è traccia neanche oggi; il giorno stesso della pubblicazione, esso deve essere presentato alle Camere. Questo è un motivo fondamentale di decadenza normativa. Non vaccinarsi è una scelta individuale prevista dagli articoli 2 e 32 della Costituzione. Come puntualizza la Corte di Cassazione, «non è lecito richiedere al singolo di esporre a rischio la propria salute per un interesse collettivo, senza che la collettività stessa sia disposta a condividere il peso di eventuali conseguenze negative per il singolo».





"ROLEX IN CAMBIO DEI TAGLI ALL'IVA", LA SOTTOSEGRETARIA VICARI SI DIMETTE



 "Sono tranquilla, assolutamente estranea a quanto contestato", accusata di concorso in corruzione (come Crocetta)

«La sottosegretaria alle Infrastrutture Simona Vicari si dimette, pur dicendosi “assolutamente tranquilla e certa della liceità della mia azione”. E’ quanto si legge in una nota della sottosegretaria, che risulta indagata a Palermo per corruzione nell’ambito dell’indagine che ha portato all’arresto, tra gli altri, dell’armatore Ettore Morace. In cambio di un orologio datole dall’imprenditore, secondo l’accusa, avrebbe presentato un emendamento che abbassava l’Iva sui trasporti marittimi, consentendogli di risparmiare milioni di euro. I carabinieri di Trapani e Palermo hanno arrestato oltre e all’armatore Morace (presidente della compagnia di navigazione “Liberty Lines”), anceh l’ex primo cittadino di Trapani (dal novembre 2001 al maggio 2012, eletto con FI) e candidato sindaco alle prossime elezioni comunali Girolamo Fazio (ora deputato regionale del gruppo Misto, eletto con il Pdl) e il funzionario della Regione Siciliana Giuseppe Montalto (coordinatore della segreteria particolare dell’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilità).

19.5.17

VACCINI: DECRETO LEGGE INCOSTITUZIONALE!

 Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge che introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola per i bambini fino ai 6 di età (fascia 0-6 anni). Per la scuola dell’obbligo (oltre i 6 anni, dall’iscrizione alla prima elementare) la mancanza della certificazione sui vaccini effettuati porterà a sanzioni dalle 10 alle 30 volte maggiori di quelle già esistenti.

DIVENTANO 12 I VACCINI OBBLIGATORI – Oltre ai vaccini già prescritti per legge (poliomielite, difterite, tetano, epatite B, pertosse), il decreto rende obbligatori per l’iscrizione anche vaccinazioni che fino a ora erano solo raccomandate: morbillo, rosolia, parotite, varicella, anti-Hib (Haemophilus influenzae tipo B) e meningococco B e C.

fonte:

ww.askanews.it/politica/2017/05/19/cosa-cambia-col-decreto-vaccini-e-quali-sono-i-12-obbligatori-top10_20170519_164612/

riferimenti:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/05/italia-vaccinazione-dittatoriale.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/05/vaccini-smascherati-lorenzin-renziloni.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=vaccini

ENERGAS/KUWAIT: STOP ALL’IMPIANTO DI MANFREDONIA CAUSA MERCURIO




di Gianni Lannes

Il mercurio è al bando nel mondo. La ratifica della Convenzione di Minamata sul mercurio conferma il ruolo almeno sulla carta dell’unione europea nella tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente. La prima riunione della conferenza delle parti della convenzione di Minamata sul mercurio si terrà dal 24 al 29 settembre 2017 a Ginevra in Svizzera. Uno dei più grossi grattacapi per Bruxelles viene dall’Italia, precisamente dalla Puglia.
Sui fondali del porto industriale di Manfredonia nella Daunia, su una superficie di ben 8,5 chilometri quadrati, per anni l’Eni ha scaricato impunemente arsenico e mercurio, rilevato più recentemente dall’Ispra.


L’area marina è stata perimetrata dal ministero dell’Ambiente il 10 gennaio 2000. Da allora, però, nonostante gli ingenti finanziamenti pubblici elargiti alla Syndial (ovvero all’inquinatore Eni) la bonifica non è mai stata realizzata; in compenso le autorità hanno autorizzato nello stesso specchio acqueo, addirittura coltivazioni ittiche. E i sindaci Prencipe, Campo e Riccardi non hanno mai denunciato alcunché, mentre adesso il primo cittadino pro tempore, tale Riccardi Angelo del partito democratico, sotto processo a Pescara per gravi reati penali, intende far realizzare sempre all’Eni un impianto fotovoltaico sulle terraferma contaminata.

Ora sul medesimo territorio pende al MISE il procedimento di autorizzazione alla realizzazione di un gigantesco impianto di gas a petrolio liquefatto (un gas serra messo al bando dall’ONU con l’accordo di Parigi, entrato in vigore nel 2016) che utilizzerà proprio il porto alti fondali per l'attracco di navi gasiere, e come terminale per un gasdotto subacqueo di 10 chilometri. Poiché i sedimenti marini della zona sono intrisi di mercurio, il progetto di Diamante Menale è predestinato al naufragio.