28.12.13

ITALIA: BONIFICHE AMBIENTALI INESISTENTI, IN COMPENSO SOLDI PUBBLICI SPERPERATI E SALUTE A RISCHIO. LE ECOMAFIE RINGRAZIANO LO STATO

Italia: inquinamento industriale








di Gianni Lannes

Inquinamento, malattie e morte: il vero lusso è la salute. Quasi 12 milioni di cittadine e cittadini italiani (dati ufficiali), compresi i bambini sopravvivono in aree a grave rischio ambientale del Belpaese. Le bonifiche previste dal decreto del ministero dell’Ambiente datato 18 settembre 2001, non sono state ancora realizzate da Stato e Regioni, mentre le zone inquinate sono aumentate a dismisura, e risultano ormai fuori controllo. In compenso i quattrini dell’ignaro contribuente sono stati sperperati impunemente. Sono passati una mezza dozzina di governi eterodiretti dall’estero, ma della salute umana di un intero popolo la casta politica tricolore, spesso in affari con le mafie organizzate, se n'é sempre fregata. E’ ora di archiviare in blocco, tutti i politicanti spazzatura, già bollati dalla Corte costituzionale come onorevoli illegittimi, ossia abusivi. L'Italia è l'unico paese al mondo dove i rifiuti si riciclano soltanto in politica.



27.12.13

AIFA & AGENZIA INDUSTRIE DIFESA MILITARE: FARMACI E MALATTIE RARE PER DUE MILIONI DI PERSONE IN ITALIA





di Gianni Lannes

Attenzione, anzi, massima allerta sociale: il potere militare - per conto straniero - nel Belpaese è sempre più fuori controllo democratico, mentre il Parlamento è stato definitivamente esautorato dalla sue funzioni. Controllori civili e controllati militari uniti dagli affari farmaceutici sulla salute del popolo italiano. Il 22 ottobre dell’anno scorso, non a caso, avevo commentato l’Accordo Quadro di Collaborazione tra l’Agenzia Italiana del Farmaco e l’Agenzia Industrie Difesa. 



Italia (18 dicembre 20913): avvelenamento dlela popolazione con scie chimiche militari - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


Quell’editoriale, purtroppo, è passato inosservato. Ma c’è qualcosa anche di più inquietante, a proposito di strane malattie rare che da qualche tempo, misteriosamente, colpiscono in Italia, secondo stime ufficiali delle autorità governative, ben due milioni di bambini. Di che si tratta? Quali sono le cause di tali patologie? L'aerosolterapia bellica in atto da anni è responsabile dell'avvelenamento in atto della popolazione civile? Non è dato sapere.




15.12.13

ISRAELE: UNO STATO NAZISTA




di Gianni Lannes


Orwell aveva visto lontano dall'orizzonte angusto del suo tempo: ricordate la neolingua? "La pace è guerra... la guerra è pace... ".

PALESTINA: UN LAGER ISRAELIANO DOVE SI MUORE DI STENTI







Gaza in emergenza umanitaria. Per i media non esiste


                                                                   di Luciano Lago 


Ultime notizie da Gaza

14.12.2013 –“Cari media italiani, Gerusalemme imbiancata è bellissima, ma qui a Gaza, dove mi trovo,  il gelo, la grandine, la pioggia, stanno aggravando la situazione, molte famiglie sono state evacuate, i campi dei rifugiati sono allagati, siamo bloccati per le strade non percorribili a causa del ghiaccio e del forte vento, la pioggia incessante entra all’interno delle nostre abitazioni, abbiamo poche ore di elettricità e nessun riscaldamento. In alcune zone, a causa della mancanza di energia gli impianti per il trattamento delle acque non funzionano e le acque contaminate si mischiano alla pioggia che invade le strade diventate fiumi. I “rifugiati”, rifugiati nei campi nella loro stessa terra, abbandonati dalle Nazioni Unite, sono coloro che stanno pagando il prezzo più alto, in Gaza ed altrove. Cari media, Gerusalemme è bellissima, molti qui sognano di vederla, ma è un diritto negato. La popolazione rinchiusa in questa striscia non può uscire. Sta continuando a piovere e l’impotenza ci assale”.

14.12.13

INQUINAMENTO NUCLEARE IN MARE

Santo Stefano alla Maddalena: base appoggio sommergibili nucleari sesta flotta Usa fino al 2008 (tutti i diritti riservati)




 
di Rachel Carson

Sebbene il curriculum dell’uomo come amministratore delle risorse naturali sia scoraggiante, per lungo tempo abbiamo tratto un certo conforto dalla persuasione che almeno il mare fosse inviolato, al di là della capacità dell’uomo di mutare e saccheggiare. Ma questa convinzione si è sfortunatamente rivelata ingenua (…) 

IL DEBITO ECOLOGICO CON GAIA



TOSCANA, INQUINAMENTO SOLVAY - FOTO GIANNI LANNES (TUTTI I DIRITTI RISERVATI)




di Rosalie Bertell (2010)

L'esposizione costante a bassi livelli di radiazione introduce errori nel patrimonio genetico, e quegli errori inevitabilmente finiranno per uccidere la discendenza di quelle cellule, di quella specie. L'ammontare del danno determina se questo succede in due, o in sette, o in dieci generazioni. Quindi quello che stiamo facendo introducendo più errori nel DNA è accorciare il numero di generazioni che vivranno sul pianeta. Lo abbiamo già accorciato, e così pure quello degli altri esseri viventi. Ma non abbiamo alcuna fonte esterna da cui prendere nuovo DNA. 

13.12.13

RENZI: "TSO PER CHI VEDE LE SCIE CHIMICHE". IL SEGRETARIO DEL PD HA BISOGNO DI UNO PSICHIATRA!




Renzi: "trattamento sanitario obbligatorio a chi parla di scie chimiche",

  Ballarò (Rai) al minuto 9,56:


 

Matteo Renzi già favorevole agli inceneritori  di rifiuti che sprigionano diossine letali, fresco di nomina a segretario del Partito democratico, intende prescrivere il trattamento sanitario obbligatorio per i tesserati del piddì chi vedono le scie chimiche in cielo e ne parlano!

L'avvertimento di Renzi è un intollerabile minaccia autoritaria contro chi non accetta censura sulla libertà di pensiero e di espressione. Questo sgangherato monito renziano va rispedito al mittente.  




12.12.13

EUROPA: POPOLI SCHEDATI FIN DALLA NASCITA ATTRAVERSO IL DNA?

I criminali internazionali Henry Kissinger e David Rockefeller




di Gianni Lannes


Una schedatura segreta di massa? Siamo alle solite. Chi controlla i controllori? Risposta: nessuno, e infatti spadroneggiano sulle nostre esistenze. Ma il cosiddetto Garante pagato con fior di euroni pubblici dove si è rintanato? E' forse in villeggiatura o in letargo? E' in gioco la vita, non solo la libertà. Siamo da un bel pezzo sotto dittatura, anche se i modi dell'oligarchia dominante sono apparentemente soft

Ora iniziamo ad alzare il tiro perché la gente deve sapere come stanno realmente le cose, visto che i patetici mass media telecomandati come i governi, mandano in onda la disinformazione quotidiana. Tema eluso del giorno: informazioni genetiche della popolazione.




Egregio presidente del consiglio pro tempore Enrico Letta le risulta per caso che negli ospedali pubblici e privati d’Italia, da circa 4 anni siano segretamente prelevati campioni di dna a partorienti e nascituri con variegati pretesti “scientifici” e senza il consenso informato degli interessati?

Presidente Letta, in caso disgraziatamente positivo sulla base di quale norma legislativa verrebbe effettuato questo prelievo forzoso? E a che scopo? Chi detiene - in base a quale diritto "divino" se non in palese violazione degli articoli 13 e 32 della Costituzione - e conserva nel Belpaese il codice genetico di cittadine e cittadini? Perché la banca dati del DNA prelevato a cittadine e cittadini italiani è accessibile a numerosi altri governi europei, ad Eurogendfor e quindi alla Nato che sovrintende tutto segretamente? Perché i dati sanitari sensibili del popolo italiano sono in mano al governo degli Stati Uniti d'America?

10.12.13

AUTODETERMINAZIONE DEL POPOLO ITALIANO

GIOVANE ITALIA - FOTO GIANNI LANNES (tutti i diritti riservati)





di Gianni Lannes


L’Italia è l’unica nazione al mondo dove i rifiuti si riciclano prevalentemente in politica. L'Italia, attualmente, non ha una classe dirigente a qualsiasi livello, in particolare etico. L’Italia, il nostro Paese, sembra privo di memoria, di slancio, di altruismo e di compassione. Per dirla con Carlo Levi: “Nessuno ha toccato questa terra se non come un conquistatore o un nemico o un visitatore incomprensivo”.  

"LA RESISTENZA ALL'OPPRESSIONE E' UN DIRITTO E UN DOVERE DEL CITTADINO": PAROLA DI GIUSEPPE DOSSETTI





Parola di Giuseppe Dossetti, un padre della Costituzione Repubblicana:  

"Quando i poteri pubblici violano le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla Costituzione, la resistenza all'oppressione è un diritto e un dovere del cittadino".

9.12.13

ITALIA: COLPO DI STATO IN ATTO







di  Lupo Alfa  e  Lupo Alberto

Napolitano dixit: “Il Parlamento è legittimo”. Parola di Napolitano. Il tuttologo e padrone nostrano. Lui decide se dobbiamo o no avere un governo. Lui decide quanto deve durare. Lui decide le maggioranze. Lui decide se possiamo o no andare a votare. Lui decide l'area entro la quale vale il termine "decadenza e incostituzionalità" pronunciato dalla corte costituzionale. Già, ma c'è qualcuno all'estero che gli passa gli ordini?

Comunque, "grande Napolitano": dopo aver applaudito i carri armati sovietici in Ungheria nel 1956 vorrebbe farci credere che la Consulta ha approvato questo Parlamento. Infatti le leggi non sono retroattive, ma solo per uno.

8.12.13

"IL PARLAMENTO E' ESAUTORATO, NON POTRA' FARE PIU' NIENTE": PAROLA DI UN PRESIDENTE EMERITO DELLA CORTE COSTITUZIONALE



«Così il Parlamento è esautorato, non potrà più fare niente»

 Allora, professore, devono andare a casa i deputati di centrosinistra eletti con il premio di maggioranza come sostiene Forza Italia?
«Il problema è serio — dice Pietro Alberto Capotosti, presidente emerito della Corte costituzionale —. Per ora no, perché la sentenza entrerà in vigore quando sarà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale, presumibilmente verso la fine di gennaio. Ma il giorno dopo, i deputati che sono stati eletti grazie al premio di maggioranza diventano illegittimi».
Non vale il principio ‘il tempo regge l’atto’?

«No, il principio vale per il diritto processuale. L’annullamento che pronuncia la Corte costituzionale ha effetto retroattivo. Cioè vale dal giorno dell’entrata in vigore della legge dichiarata incostituzionale. Se la loro elezione fosse stata già convalidata — come hanno fatto al Senato — non c’era problema, ma alla Camera non è successo. Dunque, una volta pubblicata la sentenza, essendo la legge illegittima, non si può applicare».
E se la Camera li convalidasse prima della pubblicazione?

«Si salverebbero: ma a Montecitorio devono ancora convalidare tutti e 630 i deputati. Diciamolo chiaramente: questa sentenza ha un effetto dirompente».

Nel senso?

«In teoria, dovremmo annullare le elezioni due volte del Presidente della Repubblica, la fiducia data ai vari governi dal 2005, e tutte le leggi che ha fatto un Parlamento illegittimo. Sennonché il passato si salva applicando i principi sulle situazione giuridiche esaurite. Ma dal giorno dopo la pubblicazione della sentenza questo Parlamento è esautorato perché eletto in base a una legge dichiarata incostituzionale. Quindi non potrà più fare niente, e questo è drammatico».
Significa che bisogna tornare a votare?

«L’ha detto lei, io non lo dico ma lo penso...».

An.Co.

fonte:


6.12.13

LA LOTTA PER LA LIBERTA'





estratto dal TRATTATO DEL RIBELLE di Ernst Jünger: 



«Passare al bosco, entrare in clandestinità, operare sul territorio, sostenuti dalle comunità residenti, come guerriglieri ribelli. Per quel che riguarda il luogo, il bosco è dappertutto: in zone disabitate e nelle città, dove il Ribelle vive nascosto oppure si maschera dietro il paravento di una professione. Il bosco è nel deserto, il bosco è nella macchia. Il bosco è in patria e in ogni luogo dove il Ribelle possa praticare la resistenza. Ma soprattutto il bosco è nelle retrovie del nemico stesso. Il Ribelle non si lascia abbagliare dall'illusione ottica che vede in ogni aggressore un nemico della patria. Egli conosce bene i campi di lavoro forzato, i nascondigli degli oppressi, le minoranze in attesa che scocchi l'ora fatale. ...Il Ribelle organizza la rete di informazioni, il sabotaggio, la diffusione delle notizie tra la popolazione».