4.7.15

GUERRA CONTRO NATURA: UN ARCHIVIO EUROPEO



Guerra contro natura: un archivio europeo, grazie al sostegno di cittadine e cittadini. Inquinamento bellico, industriale, mafioso: chi più ne ha più ne scarica, a danno del ciclo naturale. Così viene meno la salute degli ecosistemi e di tutti gli esseri viventi, umani inclusi.  L'Italia, purtroppo, è uno dei Paesi più inquinati d'Europa.

La conoscenza è il sale della vita. E’ in fase di realizzazione avanzata una banca dati indipendente, completa di documenti segreti, riservati, occultati, inediti, inaccessibili ai comuni mortali. Il database europeo sarà fruibile gratuitamente sulla rete Internet, 24 ore su 24.

3.7.15

ITALIA: SU LA TESTA!

Agrigento - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

di Gianni Lannes

Gli esseri umani sopravvivono in una società dello spettacolo finta, manipolata, falsificata. Nel corso dell'ultimo mezzo secolo siamo stati tutti martellati con un inganno spettacolare, una distorsione della realtà. L'homo videns ritiene che ciò che vede sia quello che accade. Ma la realtà è proprio ciò che non si vede e non si conosce.

Nel linguaggio tradizionale, “complottista” significa colui il quale ordisce complotti. Nell’attuale era “post-orwelliana” di analfabetismo funzionale (di ritorno) e stravolgimento dei significati originari delle parole, assume paradossalmente il senso di “colui il quale vede complotti ovunque”. Ergo: il paranoico screditato e inaffidabile. Insomma, un' autentica idiozia, un ribaltamento illogico della realtà.

L’Italia, il nostro Paese, sembra privo di memoria, di slancio, di altruismo e di compassione. Per dirla con Carlo Levi: “Nessuno ha toccato questa terra se non come un conquistatore o un nemico o un visitatore incomprensivo”. 

Cosa si può fare? Intanto non restare indifferenti. Fare qualcosa insieme invece che contro. Chiamare a raccolta quelli che si riconoscono nell’essere a favore delle persone, per la verità e la giustizia.  

PIANTA MEDITERRANEA: UCCIDE LE CELLULE DEL TUMORE AL CERVELLO


 
 Ruta graveolens

 

Uno studio della Seconda Universita' di Napoli

 

 
Una pianta mediterranea uccide le cellule maligne di un tumore cerebrale. Uno studio dei ricercatori della Seconda Università degli Studi di Napoli ha dimostrato che l'estratto acquoso della pianta Ruta graveolens è capace di uccidere cellule di glioblastoma risparmiando le cellule sane. "Il glioblastoma multiforme - spiega Luca Colucci-D'Amato, docente di Patologia generale del Dipartimento di Scienze e Tecnologie ambientali biologiche e farmaceutiche della Seconda Università di Napoli (SUN) - è un tumore cerebrale altamente aggressivo la cui prognosi è tuttora infausta. Nonostante la terapia chirurgica, la chemio e la radioterapia, solo circa il 5% dei pazienti colpiti da glioblastoma sopravvive, per gli altri la morte sopraggiunge in media entro circa 15 mesi dalla diagnosi. Vi è un grande sforzo della ricerca biomedica nel cercare nuovi farmaci o cure contro questo tumore".

ITALIA: APPROVATO DAL PARLAMENTO IL PRELIEVO FORZOSO DAI CONTI CORRENTI


di Gianni Lannes



Come da copione, poiché nell'Italietta delle banane sotto il controllo dello zio Sam non si ribella pecora viva, dopo il signoraggio bancario e il macroscopico furto dell'euro, ecco la rapina legalizzata  delle banconote correnti direttamente in banca. Per ora si parte da chi possiede dai 100 mila euro in su, poi si vedrà.

In Italia, si sa, le migliori porcate a danno del popolo, si combinano d'estate. Lo ha imposto, come sempre il regime totalitario europeo. Il 'Bail-in', il salvataggio delle banche ad opera di azionisti e creditori, arriva anche in Italia. La Camera degli onorevoli fuorilegge o meglio abusivi, ovvero che non hanno titolo per sedere in poltrona al Parlamento, infatti, ha approvato la legge di delegazione europea che con 270 voti favorevoli, 113 contrari e 22 astenuti. Il testo recepisce 56 direttive e 9 decisioni quadro della Ue, andando verso una ulteriore riduzione delle procedure d'infrazione a carico dello Stato. Per la cronaca ignorata dai più: il governo Monti ha elargito ben 4 miliardi di euro, sottratti alla sanità pubblica, per donarli alle banche. A dirla tutta: a livello internazionale l'inventore del prelievo forzoso è tale Giuliano Amato, che nella notte tra il 9 e 10 luglio 1992, prima della strage di Paolo Borsellino, e subito dopo quella di Giovanni Falcone e relative scorte di Polizia, mise le mani nei risparmi degli italiani. Per questa gigantesca rapina , l'ex primo ministro Amato non ha scontato un solo giorno di galera, ma è stato promosso giudice della Corte costituzionale.

2.7.15

GARGANO LEGGENDARIO



Gargano: foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


di Gianni Lannes


La montagna del sole è un libro dai variegati colori: un intreccio fascinoso di bellezza e storia mitica dove oriente e occidente si mescolano e si confondono all’osservatore. I libri di geografia parlano di uno sperone che si incunea nell’Adriatico, «l’amarissimo mare» che cantò D’Annunzio. Altri poeti hanno celebrato la «terra degli dei» e il «mare degli eroi».

Il Gargano ha mille volti, nonostante i moderni stupri speculativi degli uomini approvati da autorità e istituzioni: terra d’accecante solarità dove una volta albergavano i dinosauri, ormai stratificati nella roccia. E' semplice imbattersi e calpestare villaggi preistorici e necropoli d'ogni età. La storia è perennemente permeata dalla leggenda: il Gargano delle apparizioni religiose, di monasteri ultramillenari abbandonati e diroccati (come a Monte Sacro, montagna anticamente consacrata a Giove Dodoneo), della straordinaria biblioteca nel santuario di San Matteo a San Marco in Lamis, dell’atroce invasione sabauda contrastata dai cosiddetti briganti, della bruciante luminosità delle coste calcaree e del verde d’Aleppo - scampato agli incendi dolosi - che ammanta i litorali.

 Gargano: foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

30.6.15

TAV: QUANDO LO STATO ITALIANO E’ TERRORISTA





di Gianni Lannes


Inquirenti o inquisitori? Non occorre la giurisprudenza infusa attualmente confusa. I magistrati della procura della repubblica di Torino dovrebbero studiare con attenzione quantomeno la Convenzione europea di Aarhus del 1998, la legge di ratifica italiana 16 marzo 2001, numero 108, nonché il diritto costituzionale e perché no, anche quello universale. Infatti, nel procedimento amministrativo relativo al cosiddetto progetto “treno alta velocità”, le autorità dello Stato italiano hanno violato impunemente queste norme e i diritti civili, sanitari e ambientali dei cittadini italiani, a maggior ragione dei valsusini. E’ il caso di denunciare questi giudici inquirenti e i loro eventuali mandanti istituzionali all’alta corte di giustizia europea, nonché di chiedere loro un risarcimento danni in sede civile.

EUROPA: CONTAMINAZIONE LEGALE DEGLI ALIMENTI IN CASO DI INCIDENTE NUCLEARE


Parigi: (29 giugno 2015): scie chimiche Nato - foto R. Malivindi


 di Gianni Lannes


Il sistema di potere dominante si prepara al peggio per l'avvelenamento dei popoli europei, a norma di legge, s'intende. La ricaduta al suolo delle scie chimiche nebulizzate dal cielo sui centri abitati del vecchio continente - sotto regia della Nato - ha evidenziato nella terra e nelle acque piovane la presenza di torio radioattivo. Per la cronaca: in Europa il registro delle emissioni inquinanti è fermo ai dati del 2002. Singolare coincidenza: proprio nel 2002 è decollata l'aerosolchemioterapia bellica di Washington, previo accordo segreto sulla sperimentazione climatica con ogni singolo staterello locale (per l'Italia ha firmato il piduista Silvio Berlusconi il 19 luglio 2001, nel corso della mattanza di pacifisti a Genova).


 Parigi: (29 giugno 2015): scie chimiche Nato - foto R. Malivindi


La CRIIRAD denuncia il lavoro scandaloso degli esperti Euratom e fa appello a una mobilitazione massiccia contro il progetto della Commissione europea, che ha elaborato un progetto di regolamento che fissa i livelli massimi ammissibili (LMA) di contaminazione radioattiva da applicarsi agli alimenti in caso di incidente nucleare. Questo progetto è in fase di esame del Parlamento (per un parere) e del Consiglio dell’Unione europea (per la decisione). Vengono fissati dei limiti per 4 gruppi di radionuclidi e 5 categorie di alimenti, acqua potabile inclusa. Non è stata apportata alcuna modifica ai valori stabiliti nel 1987-1989. Se i livelli di contaminazione misurati negli alimenti non oltrepassano i LMA, gli alimenti potranno essere liberamente commercializzati all’interno dell’UE, o importati da paesi terzi. 

ONOREVOLI FUORILEGGE!





di Gianni Lannes


La Corte costituzionale nel gennaio dell’anno 2014 ha sentenziato (pronunciamento numero 1) che la legge elettorale 270 del 2005 è incostituzionale. Di conseguenza tutti i parlamentari eletti con la predetta normativa sono abusivi, ovvero occupano uno scranno alla Camera e in Senato lautamente strapagato dai contribuenti, ma non ne hanno diritto. E così le più alte cariche dello Stato, nominate dai suddetti onorevoli senza attributi legali, così come l'attuale governo pro tempore di Renzi imposto dal Napolitano (anche lui abusivo) ma non votato dal popolo sovrano. Alla prova dei fatti, in Italia, le leggi valgono solo per i fessi.


GAS LACRIMOGENI CHE DANNEGGIANO IL DNA: IL GOVERNO ITALIANO TACE MA ACCONSENTE!!


SCIE CHIMICHE: I GOVERNI ITALIANI NON RISPONDONO...



di Gianni Lannes


Se la guerra ambientale in atto per il dominio del mondo non fosse una concreta realtà almeno dal 2002, ovvero dopo la stipula di accordi segreti per la sperimentazione in Europa sotto la regia della Nato, gli esecutivi italidioti telecomandati da Washington e Londra, avrebbero già risposto, invece, tacciono, come risulta da questi due atti parlamentari ancora in corso dal remoto 2003.

IL CIELO AVVELENATO DALLA NATO



di Gianni Lannes


Il cielo è una camera a gas, striata di veleni plumbei che intossicano il respiro umano e di Gaia. Stanotte gli stragisti della Nato hanno fatto come al solito lo straordinario pur di manomettere il clima. La guerra moderna su scala intercontinentale? Il tempo metereologico è sempre più telecomandato.

Ma ecco cosa stabilisce notoriamente il terzo principio della dinamica: "Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria".

29.6.15

2015: IL MASSACRO DELLE BALENE



balena vivisezionata per il mercato

di Gianni Lannes

Creature marine dal destino segnato: inquinamento, esperimenti bellici United States of America & Nato, sfruttamento idrocarburi e caccia spietata con il pretesto pseudoscientifico. Come dimenticare i 7 capodogli in ottime condizioni di salute, trucidati in Italia nel 2009?



 
Islanda, pronti? Allora via al mercato. Una nazione sulla carta civile e democratica,  sta per dare il via al massacro di 150 balenottere, una specie a rischio di estinzione.  
L’uomo, si fa per dire, che ha in mano il commercio della carne di balena sta cercando di spedirne un enorme carico in Giappone. Ma ormai quasi tutti i porti mondiali si rifiutano di accettare navi che contribuiscono a questa strage, e così il trasporto è sempre più complicato: tanto che questa volta basterebbe che il minuscolo stato caraibico di St. Kitts & Nevis decidesse di togliere la sua bandiera dalla nave per bloccarla definitivamente.  

Oltre all’Islanda, pochi altri stati al mondo sfidano ancora i divieti di commercio delle balene. Uno di questi è il Giappone che sta per riprendere la caccia direttamente in una delle principali aree protette dell’Oceano Antartico sostenendo che è per “ricerca scientifica”, una scusa debole che è già stata smontata.  

PARIGI OSCURATA DALLE SCIE CHIMICHE NATO

 Parigi (29 giugno 2015): scie chimiche - foto Roberto Malivindi


di Gianni Lannes


Un soffocamento del respiro di massa accompagnato dall'assuefazione subliminale attivata dai mass media: un esperimento militare su scala intercontinentale che in Europa va in onda ininterrottamente dal 2002. La guerra ambientale vietata dalla convenzione internazionale Enmod del 1978 è ormai un dato di fatto, e chi lo nega è un deficiente o un lacché prezzolato. Di conseguenza: stravolgimento a piacimento del clima, perdita di salute individuale ed inquinamento generale. I documenti ufficiali dell’US Air Force e della Nasa attestano un inequivocabile crimine contro l’umanità perpetrato ed ancora impunito. Inutile cercare la razionalità in questa follia di stati telecomandati dalle corporation del controllo sociale e dalle multinazionali della morte. Le scie chimiche sono l'aspetto più appariscente della guerra globale, dove imperversa il bombardamento elettromagnetico, invisibile all'occhio umano, ma non meno dannoso.


  Parigi (29 giugno 2015): scie chimiche - foto Roberto Malivindi

EUROPA: ECATOMBE NUCLEARE







di Gianni Lannes


Nel vecchio continente sotto il tallone di un arsenale atomico nordamericano, sembra non esserci scampo per aria, acqua, terra ed esseri viventi. Le prove scientifiche ufficiali abbondano, ma la gente è ignara del pericolo incombente anche perché la radioattività è invisibile. Il popolo italiano con ben due sovrani referendum si è espresso a maggioranza contro il nucleare (1987 e 2011), eppure a tutt'oggi le bonifiche affidate nel 1999 alla Sogin (ovvero ad una società dello Stato tricolore) latitano. 

Lo sfruttamento dell’energia atomica ha consentito soprattutto la produzione di plutonio per le bombe atomiche, mentre i pericolosi scarti sono ricaduti sull’ambiente e sui popoli. L’esempio più eclatante è quello della centrale di Latina a Borgo Sabotino: un impianto plutonigeno con un sistema operativo inglese di tipo Magnox.

28.6.15

BERGOGLIO E BERLINGUER





di Gianni Lannes

"Laudato si": la comparazione tra l'enciclica papale e l'austerità di Berlinguer è azzeccata. A dirla tutta, a suo tempo l'austerità venne trattata con sufficienza dagli pseudoeconomisti ideologi del dio mercato così come poi venne liquidato il concetto di decrescita felice. I lacchè del capitalismo dimenticano una legge fondamentale nell'economia: quella dell'utilità marginale decrescente di tutti i beni. Questo fondamento che si trova in qualunque manuale di economia  suggerisce che la scarsità di beni fondamentali e diffusi come l'acqua, l'aria e la terra "pulite", il paesaggio naturale e quello antropico, la "bellezza" diffusa nel territorio, la storia e la cultura, l'integrità del corpo sociale, possono essere solo fino ad un certo punto compensati da una maggiore abbondanza di beni di consumo individuali.



Il parallelo Bergoglio-Berlinguer è poi centrato anche perché fu la situazione del Sudamerica nei primi '70 ad ispirare la politica del compromesso storico diretta a risparmiare all'Italia il destino del Cile o dell'Argentina da cui proviene il nuovo pontefice.

GIANNI LANNES AL CARPINO FOLK FESTIVAL


L'ex giornalista sarà presente con il libro

 VANDALI NEL GARGANO

una disamina antropologica e storica della montagna del sole, pubblicata dalla casa editrice Il Rosone.

Per contatti:

27.6.15

STRAGE DI USTICA: 81 ITALIANI SACRIFICATI DAL GOVERNO ITALIANO





di Gianni Lannes


Io so e ho raccolto le prove, mentre lo zio Sam si è girato dall'altra parte. Il governo Cossiga unitamente all'omologo francese, in affari nucleari indicibili (valore 2 miliardi di petrodollari solo per Roma), la sera del 27 giugno 1980 ha sacrificato a casaccio ben 81 persone, tra cui 11 ragazzini e due neonati, che viaggiavano a bordo del DC 9 Itavia. In seguito, ovviamente su commissione, i servizi di sicurezza tricolore e transalpina (Sismi & Sdece), hanno assassinato oltre una ventina di testimoni scomodi, tra cui i piloti dell'Aeronautica militare Naldini e Nutarelli, dopo aver addirittura speculato con un giro di tangenti ai politicanti di turno, sul recupero del relitto nel Tirreno ad opera della società d'oltralpe Ifremer.

Le stragi non vanno mai in prescrizione, neppure nella "terra promessa", anche se i magistrati non sono stati in grado dopo 35 anni di scoprire la verità, e qualcuno di loro, (figlio di giudice militare) ha fatto pure carriera, invece di finire sotto processo per aver rallentato e depistato il corso della giustizia.


http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=ustica

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/04/strage-di-ustica-i-testimoni-suicidati.html 

Post scriptum

Il volume USTICA: LE DUE STRAGI
frutto della mia ultima inchiesta, sarà pubblicato a dicembre 2015 da Arianna Editrice.

AEROSOLCHEMIOTERAPIA BELLICA NATO



di Gianni Lannes


Hanno fatto impazzire il clima per dominare il tempo degli umani. Oggi cieli striati e martoriati che bruciano la salute e avvelenano l'ambiente, grigliati più che mai in Italia, fino ad offuscare la luce del sole e schiantare le nuvole naturali. L'Europa sotto il tallone a stelle e strisce è diventata una camera a gas. Che fare? Arrendersi e morire da cavie? No! Mettere in atto una ribellione popolare fino all'ultimo respiro e senza tregua per tutelare la vita: aria, acqua, terra, umanità.




VIOLENZA SESSUALE CONTRO I BAMBINI!



26.6.15

2015: CRIMINI CONTRO L'UMANITA' INDIFESA DEI BAMBINI!




di Gianni Lannes


Disumanità infinita: bambini trucidati. I bimbi sono il sale universale della Terra. 
Ho finito le parole e ho soltanto lacrime...

foto scattate da Ali Alsokari il 4 giugno 2015