30.6.16

DOVE SONO I 5.241 MINORI SPARITI IN ITALIA NEL 2016?

 





 di Gianni Lannes

Egregi Mattarella, Renzi e Alfano, dove sono andati a finire i bambini e gli adolescenti, ben 5.241 minori, scomparsi in Italia nei primi cinque mesi del 2016? E che fine hanno fatto i 12.500 fanciulli svaniti sempre da noi nel 2015? Uccidere un bambino è abominio, ma assassinarne a migliaia ogni anno per garantire lo sfruttamento sessuale e l'espianto degli organi, soltanto in Italia è mera statistica ufficiale? A proposito: perché mai l'Italia non ha ratificato la convenzione europea contro la tratta degli organi umani?

ITALIA: IMBROGLIO RADIOATTIVO!




di Gianni Lannes

Tempo scaduto nonostante le numerose e ingiustificabili proroghe, eppure sulla vicenda incombe il solito e assurdo segreto di Stato. Ma quale trasparenza. In palese violazione della Convenzione di Aarhus, ratificata dalla legge italiana 108 dell’anno 2001, l’esecutivo eterodiretto di mister Renzi - che vanta come consulente un terrorista del calibro di Michael Ledeen, già coinvolto nella strage di Bologna e cacciato dall’Italia - da più di un anno non rende di dominio pubblico la cosiddetta “Cnapi”, la carta delle aree potenzialmente idonee alla realizzazione del deposito “unico” di scorie nucleari.

29.6.16

ECCO CHI HA SPARATO A MORO!


 
di Gianni Lannes

L’assassino di Aldo Moro ha un nome e un cognome ben noti alle autorità italiane (governo Andreotti, ministro dell’interno Cossiga) già nel 1978. Altro che brigate rosse, sia pure telecomandate dall’estero e dintorni.




La specialità criminale dell'impunito Giustino De Vuono? I colpi a raggera attorno al cuore della vittima, gli stessi inferti allo statista italiano, come ha confermato l'autopsia.





L’ASSUEFAZIONE AL PEGGIO…




di Gianni Lannes

Avete mai pensato alla tragicità dell’indifferenza altrui? Non a caso, da qualche tempo, siamo sottoposti ad un artificiale processo di deterioramento morale e biologico che passa anche attraverso l‘omologazione del pensiero ad un unico parametro. Ognuno ritiene di pensare a se stesso, alla propria sopravvivenza, accettando il susseguirsi di eventi deleteri ma senza reazioni di ribellione. Così l’ordine non viene mai infranto né scalfito dai consumatori, ormai lobotomizzati a dovere e dunque, non più umani, non più soggetti ben oggetti.

Come dominare il mondo e schiavizzare definitivamente l’umanità? Con una guerra non convenzionale, mandata in onda sotto mentite spoglie dall’alto dei cieli. Un conflitto che agli occhi miopi della gente comune è celato sotto la denominazione fuorviante di catastrofe naturale. Così, in un baleno la colpa passa di mano alla natura, e contro l’equilibrio “naturale” del pianeta Terra nessuno p adirarsi.

ABBATTERE LA DITTATURA UE!



Adenauer, Hallstein, Segni


di Gianni Lannes

Al di sopra della legge e dei popoli. L’attività dell’ UE di Bruxelles non è basata sui principi di libertà e democrazia, ma agisce come una dittatura che vanta un braccio armato di nome Eurogendfor, fuori dal controllo giudiziario e parlamentare. I commissari della Commissione Europea e il loro presidente, non sono stati eletti dai popoli europei. Il potere del popolo, che dovrebbe eleggere il proprio governo, è stato effettivamente trasferito agli interessi di corporation, banche e multinazionali, addirittura extraeuropee. Il trattato di Lisbona (entrato in vigore nel 2009), firmato da Prodi e D'Alema nel 2007, ha stracciato in punta di diritto la costituzione repubblicana italiana, ormai un vuoto simulacro.

ITALIA, MINORI SCOMPARSI: ESPIANTATI, VIOLENTATI E SFRUTTATI!





 di Gianni Lannes

Secondo l’ultimo rapporto del ministero delle politiche sociali alla data del 31 maggio 2016, sono 5.241 i minori migranti non accompagnati, svaniti dalle cosiddette strutture di accoglienza. A quanti di loro sono stati espiantati organi nel belpaese? E quanti di loro sono costretti alla prostituzione o schiavizzati nel lavoro nero? Perché le istituzioni tricolori di ogni e ordine grado si girano dall'altra parte? Perché l'ineletto Renzi non risponde agli atti parlamentari in merito? Politicanti, magistrati e assistenti sociali che fanno in concreto per arrestare questo orrore quotidiano? Perché l'Italia non ha ratificato la convenzione europea contro la tratta di organi umani, impedendo così che entri in vigore?

Dove sono andati a finire questi bambini e adolescenti etichettati dalle autorità italiane come “irreperibili”? Quanti piani di ricerca sono scattati e con quali esiti, anche a fronte dei più di 12 mila piccoli scomparsi nel 2015? Chi ci guadagna? Chi risponde di tutte queste misteriose sparizioni: il primo ministro pro tempore, i ministri dell'interno e della giustizia, o forse i presidenti dei tribunali per minori? Chi controlla i controllori?

GLIFOSATO: UN ASSASSINO SPONSORIZZATO DAL PARLAMENTO EUROPEO



Veneto: prosecco al glifosato


di Gianni Lannes


Ecco un marchio doc: il prosecco al glifosato. Il 30 giugno è in scadenza a livello europeo l’autorizzazione del glifosato, già prorogata dal 31 dicembre 2015, in attesa della revisione paritetica e della consultazione finale con gli Stati Membri. L'autorevole agenzia per la ricerca sul cancro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha classificato il glifosato, in relazione alla salute umana, come “cancerogeno probabile” 2A.  Oltre  all’azione  oncogena  il  glifosato,  come  risulta  da  numerosi  studi scientifici, sembra agire anche come “interferente  endocrino”, perturbando  molteplici e delicate funzioni cellulari.


28.6.16

ITALIA: VIETATA LA LIBERTA' DI PENSIERO!

Mai scrivere “noi”. Appello per la libertà di ricerca e di pensiero. Il 15 giugno 2016, il tribunale di Torino ha condannato Roberta, ex studentessa di antropologia di Ca’ Foscari, a 2 mesi di carcere con la condizionale per i contenuti della sua tesi di laurea, conseguita nel 2014. Per scrivere la tesi «Ora e sempre No Tav: identità e pratiche del movimento valsusino contro l’alta velocità», Roberta ha trascorso due mesi sul campo durante l’estate del 2013, ha partecipato a varie dimostrazioni in Valsusa, intervistando attivisti e cittadini. Coinvolta insieme a lei in questo procedimento giudiziario era Franca, dottoranda dell’Università della Calabria, che come Roberta era in Valle per ragioni di ricerca, che compare con Roberta nei video e nelle foto analizzati dalla procura ma che a differenza di Roberta è stata assolta da tutti i capi d’imputazione.
 
fonte:




LA MATTANZA DEI MINORI IN ITALIA!





 di Gianni Lannes

Secondo l’ultimo rapporto del ministero delle politiche sociali alla data del 31 maggio 2016, sono 5.241 i minori migranti non accompagnati, svaniti dalle cosiddette strutture di accoglienza. A quanti di loro sono stati espiantati organi nel belpaese? E quanti di loro sono costretti alla prostituzione o schiavizzati nel lavoro nero? Perché le istituzioni tricolori di ogni e ordine grado si girano dall'altra parte? Perché l'ineletto Renzi non risponde agli atti parlamentari in merito? Politicanti, magistrati e assistenti sociali che fanno in concreto per arrestare questo orrore quotidiano? Perché l'Italia non ha ratificato la convenzione europea contro la tratta di organi umani, impedendo così che entri in vigore?

Dove sono andati a finire questi bambini e adolescenti etichettati dalle autorità italiane come “irreperibili”? Quanti piani di ricerca sono scattati e con quali esiti, anche a fronte dei più di 12 mila piccoli scomparsi nel 2015? Chi ci guadagna? Chi risponde di tutte queste misteriose sparizioni: il primo ministro pro tempore, i ministri dell'interno e della giustizia, o forse i presidenti dei tribunali per minori? Chi controlla i controllori?

LO SCARTO UMANO!



di Gianni Lannes

Un miliardo di persone nel sud soffrono la fame, ma altrettante sono obese o in sovrappeso nel nord.

Secondo stime ufficiali della FAO, ovvero dell’ONU, ben “3,1 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono ogni anno di fame”.

Non è possibile che ci sia la fame, perché il pianeta Terra è in grado di produrre abbastanza cibo per tutti. Ci sono circa 4 miliardi di ettari di superficie coltivabile. L’attuale produzione agricola potrebbe sfamare ben 12 miliardi di esseri umani.

Il vero problema è l’accesso al cibo. In effetti siamo prigionieri di strutture economiche (multinazionali, corporation, banche che controllano i governi) che causano proprio la fame per ragioni meramente speculative.

FINANCIAL TIMES: ITALEXIT!

Dopo la Brexit “l’Italia potrebbe essere il prossimo tassello di domino a cadere”. E’ il  titolo di un editoriale del Financial Times, firmato da Wolfgang Munchau, secondo cui le conseguenze della Brexit potrebbero essere “da neutrali a moderatamente negative per il Regno Unito, ma devastanti per l’Unione europea“. In particolare, l’Eurozona, che sarà “distrutta”, “devastata” dal divorzio tra Londra e Bruxelles.

E la prossima vittima sarà proprio Roma, o meglio il governo Renzi, che sul referendum costituzionale di ottobre si sta “prendendo una scommessa non meno rischiosa di quella di David Cameron“. Non a caso, gli ultimi sondaggi dopo la Brexit danno in vantaggio i no al 54%.




fonte:


USTICA: IL LIBRO CENSURATO!

 di Letizia Ricci


L'anno scorso (giugno 2015) in base agli accordi contrattuali firmati con Gianni Lannes - grazie alla mediazione di Eduardo Zarelli - l'editore Giorgio Gustavo Rosso, padrone di Arianna Editrice nonché del marchio commerciale Macrolibrarsi avrebbe dovuto pubblicare il volume di inchiesta intitolato USTICA: LE DUE STRAGI.


26.6.16

CALABRIA INQUINATA E MALATA DA MORIRE!




BAMBINI E ADOLESCENTI SCOMPARSI IN ITALIA: LA RICERCA!



Ogni due minuti in Europa sparisce un minore, attestano i dati ufficiali di Europol e Missing Children Europe. Bambini e adolescenti diventano spesso carne da macello per i vivisezionatori in camice bianco. In questo affare sulla pelle di piccoli indifesi, sono coinvolti ospedali pubblici e cliniche private. In Europa, attualmente, più di 60 mila persone attendono un trapianto, di cui oltre 9 mila solo in Italia. La media è di 3 anni e mezzo d'attesa, ma chi ha i quattrini a profusione, può permettersi di comprare anche i neonati in Italia a 50-60 mila euro cadauno, o un fegato fresco e sano di ragazzino a 30 mila euro al pezzo. La “Convenzione del Consiglio d'Europa contro la tratta degli organi umani”, aperta alla firma il 25 marzo 2015, non è ancora entrata in vigore, poiché occorrono almeno, «5 Ratifiche inclusi almeno 3 Stati membri del Consiglio d'Europa». Eppure, nonostante gli altisonanti proclami, nessuno Stato europeo l’ha ratificata, ad eccezione dell’Albania che il 6 giugno ha compiuto questo passo, unico a livello planetario. 

24.6.16

ITALEXIT!

 
 Londra - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)


di Gianni Lannes

Brexit, ovvero British exit. E ora: Italexit! Ecco la migliore notizia dal 1992, anno in cui l’Italia è stata definitivamente svenduta alle multinazionali straniere. La rivincita di un popolo intelligente e fiero. Questa volta gli inglesi, per fermare il 4° reich, hanno usato il voto invece degli Spitfire.  Mitici inglesi: solo i romani invasero quell' isola nella storia, figurarsi se qualche euroburocrate e bancario armato di giacca e cravatta avrebbe potuto metterli sotto il tacco. Mastricht prima e Lisbona poi hanno trasformato il sogno dell’Europa unita in un incubo di burocrazia ed arroganza, e le conseguenze disastrose sono sotto gli occhi di tutti. A differenza dell'Italia che ha perso addirittura la sua riserva aurea, l'Inghilterra è un paese sovrano.

Come avevo scritto il 18 giugno scorso: Inghilterra fuori definitivamente dall'Ue.




IL GRILLO VOLTAGABBANA!


di Gianni Lannes

«Il Movimento cinque stelle è in Europa e non ha nessuna intenzione di abbandonarla», è scritto nel post dal titolo “Brexit o Bremain? Oggi si vota. Ecco dieci punti per capire meglio”. «Se non fossimo interessati all'Ue - si legge ancora - non ci saremmo mai candidati». La coerenza del comico, leader pentastelluto? Un optional. Piuttosto una presa per i fondelli degli elettori italidioti. Come per altre roventi tematiche - signoraggio e guerra ambientale - il ragionier ligure, prima ha catalizzato il consenso popolare e poi ha innestato la marcia indietro tutta.

23.6.16

EUROPA SOTTO DITTATURA: SU LA TESTA!

di Gianni Lannes

La tecnocrazia ha rimpiazzato la democrazia nel vecchio continente. Il principio di legalità è soltanto una foglia di fico, in ambito nazionale e internazionale.

Tema del giorno: brexit. Ma quale caos? Sia chiaro: l'Inghilterra, mica stupida, non ha mai accettato l'unione monetaria del vecchio continente sotto il marchio del signoraggio bancario targato BCE. L'Inghilterra è da sempre fuori dalla cosiddetta “unione europea”, o meglio, non è mai entrata in questa trappola sotto il tallone delle corporation.  

Anche la farsa dell’unione dei popoli sta franando miseramente. Infatti, ora i fantocci di Bruxelles, dall'ineletto lussemburghese Juncker in testa, hanno inventato le “guardie di frontiere europee”. L'Italia deve dialogare soprattutto con i paesi del Mediterraneo, altro che Ue, ma soprattutto acquisire la sovranità perduta. Progresso e benessere per tutti: la vita non si misura sullo striminzito prodotto interno lordo. Vi invito ad ascoltare o a leggere il discorso di Robert Kennedy del 18 marzo 1968.


22.6.16

GUERRA DEL CLIMA: MENZOGNE DI "SCIENZIATI", GOVERNI E MULTINAZIONALI



di Gianni Lannes


La nocività ambientale è una strategia di dominio applicata all'umanità. Quando persone e individui lo capiranno forse sarà troppo tardi. Un tema rovente inventato a tavolino? Il cosiddetto "riscaldamento climatico": della serie, quando i governi falsificano i rapporti e gli ambientalisti finanziati dai petrolieri mentono spudoratamente. Come ho già avuto modo di documentare in passato, durante un meeting sul clima a Berlino, Robert Stavins, professore all’università nord-americana di Harvard, ha messo sotto accusa le manovre dei governi, delle istituzioni legate alle Nazioni Unite e delle diverse organizzazioni ecologiche per far credere al riscaldamento climatico e ai cambiamenti del clima.

21.6.16

SCIE BELLICHE NATO: CONFERENZA DI GIANNI LANNES IN CALABRIA!


L'ODISSEA DELLA NAVE HEDIA E L'ASSASSINIO DI ENRICO MATTEI




di Loredana Russo

Un buon segugio è fondamentale per fiutare le tracce e seguire la pista giusta. Così, occorreva un dono speciale, quello di saper scorgere le cose che gli altri non vedono, per fare luce su un “indimostrato naufragio”, sulla scomparsa di venti marittimi, o meglio, venti padri di famiglia, figli di mamma, umili lavoratori che, dopo 54 anni, giacciono ancora nel limbo dell’indifferenza delle istituzioni.