21.7.16

SPARIZIONE DI MINORI E TRAFFICO DI ORGANI UMANI



  di Gianni Lannes

Not just Urban Legend: “non è una leggenda metropolitana”, scriveva nel 2009 il settimanale Newsweek. Infatti, è una realtà documentata. Nel 2003 sull’autorevole rivista Lancet, Nancy Scheper-Huhes documentava la compravendita di organi a livello mondiale. E ancora prima, nel 2002, anche il prestigioso JAMA (Journal of America Medical Association) attestava lo stesso fenomeno. I bimbi più diseredati del mondo sono serbatoi a perdere di organi.

Almeno 8 milioni di bimbi - secondo le stime ufficiali dell’ONU - scompaiono nel mondo ogni anno, vale a dire 22 mila al giorno. E non sono bruscolini, ma esseri umani appena affacciati alla vita. E’ una moria di innocenti che ha raggiunto proporzioni gigantesche. E’ il segreto dei segreti: l’ultimo tabù nei tempi correnti del cannibalismo moderno.

STRAGE A NIZZA: FIRMATA PARIGI & TEL AVIV





di Gianni Lannes

Chi è Stato? Attenzione: agente operativo a bordo. Una carneficina ben congegnata a livello governativo. Sul giornale The Telegraph la cronista Lydia Willgress, inviata a Nizza, dichiara che è rimasta scioccata quando l’Israeliano Damien Zamon, gli ha riferito che suo padre Israel Zamon lo supplicò al telefono di non recarsi a vedere i fuochi d’artificio, perché secondo lui ci sarebbe stato un attentato quella sera a Nizza.



Coincidenze? Il tunisino Bouhlel è un capro espiatorio, una vittima sacrificale (prezzolata), a cui hanno fatto credere di partecipare ad un'esercitazione? Chi ha consentito al camion di entrare in un percorso chiuso e vigilato dalle forze dell'ordine?

IL FALSO CALO DEI VACCINI PEDIATRICI OBBLIGATORI




 di Gianni Lannes

Sul portale online del ministero della Salute giacciono in bella mostra i dati ufficiali che smentiscono l’inesistente crollo delle vaccinazioni inflitte ai bambini. Le 4 vaccinazioni obbligatorie hanno percentuali al di sopra del 95 per cento. Il crollo delle vaccinazioni in età pediatrica è l'ennesimo falso propagandato dalle autorità in camice bianco e divisa d'ordinanza (doppiopetto e tailleur). Perché allora tutto questo clamore dei mass media? 


20.7.16

ORDINE DEI MEDICI: “SANZIONI DISCIPLINARI FINO ALLA RADIAZIONE PER CHI SCONSIGLIA I VACCINI”




di Gianni Lannes

Vuoi mettere il miglioramento della qualità della vita. E il ragionevole dubbio proprio no? Meglio docili cavie che si prostrano al nebuloso principio d'autorità. La Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, ossia una casta di camici non immacolati, minaccia brutalmente i dottori che osano dissentire. Ma questi tracotanti e presuntuosi affaristi, con quale fasullo diritto si arrogano il potere di vita o di morte sugli esseri umani se, appunto, la medicina non è una scienza? 


19.7.16

IL TRAFFICO DI ORGANI UMANI DEI PICCOLI MIGRANTI IN EUROPA


 
di Gianni Lannes


Ecco cosa accade nell'esodo dall'Africa alla "civile" Europa sotto lo sguardo omertoso delle autorità occidentali. Bambini e ragazzi trasformati in carne da macello per gli espianti dal sud al nord del mondo. I gruppi etnici più colpiti sono quelli somali ed eritrei. Nessun paese aderente all'Unione europea ha ratificato la convenzione internazionale contro la tratta di organi umani, ad eccezione dell'Albania. Ufficialmente, nel 2015 in Italia sono scomparsi più di 12 mila minori. Nei primi 5 mesi del 2016 mancano all'appello sempre in Italia ben 5.241 tra bambini e adolescenti, definiti dal ministero delle politiche sociali come "irreperibili".

NIZZA: UNA STRAGE DI STATO FRANCESE!




di Jean Lannes

Un camion lourd a foncé sur la foule, tuant environ 84 personnes. En sachant tres bien que le pays est sous sécurité maximale. Une question que je me demande: comment ce camion a bien pu passer inapercu, avec tout ces barrages de hautes sécurités? Surtout lors d'une fete nationale regroupant des milliers de personnes dans un pays sous alerte Et avec une accumulation d'attentats. Bizarre non?

Cui prodest? A chi giova seminare l'orrore? La strategia è coordinata a livello europeo, sotto il tallone della NATO. Ma che singolare coincidenza.  Oggi nell’esautorato parlamento italiano mandano in onda - seduta numero 657 di martedì 19 luglio 2016 - il seguente copione:  
«Esame delle convenzioni internazionali per il contrasto al terrorismo».

SCIE BELLICHE: PROVE UFFICIALI DI UNA STRAGE DI STATI ALLEATI

 

Italia: irrorazioni belliche - foto Gilan


di Gianni Lannes

Hanno fatto impazzire il clima deteriorando la qualità della vita e danneggiando in particolare l'agricoltura. Hanno trasformato il cielo del vecchio continente in una camera a gas. Il fenomeno è osservabile ad occhio nudo: dal cielo non cade acqua di colonia.

Dal 2002 in Europa, soprattutto in Italia, dopo la firma nel 2001di Berlusconi e Bush (nonché dei rispettivi capi di governo delle altre nazioni europee), dell’accordo segreto con la White House, è in atto una guerra ambientale, non convenzionale, sotto mentite spoglie, mascherata con il paravento di una sperimentazione climatica. Eppure, già nel 1978, le Nazioni Unite, mediante la convenzione internazionale denominata Enmod, ne hanno vietato la pericolosa pratica a danno della vita. E così pure l’Italia che l'ha ratificata con la legge 962 del 1980, sottoscritta dal presidente della Repubblica Sandro Pertini.

18.7.16

LA MONTAGNA PROFANATA: 6 AGOSTO A RODI GARGANICO

 Rodi Garganico: ore 20,30 a largo Cairoli

Alfredo Ricucci dialoga con l'autore Gianni Lannes



PEDOFILIA INSABBIATA NEI TESTIMONI DI GEOVA





 di Gianni Lannes


Si danno arie da asceti in giacca e cravatta o tailleur d'ordinanza, mentre vanno a caccia di ingenui proseliti, ma non sono immuni da questo cancro sociale. Nonostante lo scandalo in Australia, Stati Uniti d'America e Regno Unito, in Italia non se ne parla. Eppure il fenomeno esiste. La persona è per questa dottrina lo «schiavo fedele e discreto». I documenti interni narrano di una volontà, all’interno di questa setta che pratica l’isolamento mentale degli adepti dalla realtà esterna, di mettere a tacere qualsiasi voce critica o denuncia pubblica che possa sfiorare il nome dell’associazione religiosa. Cosa nasconde la segretezza? In molti casi gli abusi sui minori, come attesta il loro vademecum.
 

PEDOFILIA AL FORTETO : L’OMERTA’ DEL GOVERNO RENZI




di Gianni Lannes


Ben 11 atti parlamentari fra interpellanze e interrogazioni indirizzate negli ultimi 3 anni all’esecutivo tricolore, giacciono senza risposta soltanto sul caso del famigerato Forteto di Fiesoli e compagni di feroci violenze, nonché abusi su minori inermi.

Infatti, né Renzi, né Alfano, né Orlando hanno mai fornito uno straccio di chiarimento, tantomeno anima viva li ha mai seriamente incalzati su questo orrore inflitto a bambini indifesi e adolescenti terrorizzati. Il minimo, adesso, è imporre le immediate dimissioni governative, anche solo in ragione di questa manifesta indifferenza istituzionale.  Omertà oppure mera solidarietà con i carnefici?

17.7.16

IL PEDOFILO FIESOLI, CONVEGNISTA CON RENZI, CONDANNATO A 15 ANNI DI RECLUSIONE





di Gianni Lannes


Perché l'ineletto Matteo Renzi non risponde ai numerosi atti parlamentari relativi alla violenza contro i minori, vale a dire esercitata quotidianamente contro bambini e adolescenti? Renzi è forse un protettore di pedofili?


SOROS: UN NEMICO DELL’UMANITA’, PLURIPREMIATO IN ITALIA!





di Gianni Lannes


Forse Tiziano Terzani si starà rivoltando nell’aldilà. Al criminale mondiale George Soros, è stato addirittura conferito in Italia, il premio Terzani. E’ accaduto nel 2013, e mi era sfuggita la notizia - comunque di cogente attualità - perché non seguo questo genere di deplorevoli iniziative. Dunque, sindrome acuta di Stoccolma, grazie anche a Prodi Romano, già consulente di multinazionali che speculano impunemente nel belpaese.

DI MAIO A PALAZZO CHIGI DOPO L'INELETTO RENZI!



di Gianni Lannes


In una parola: eterodiretti, per giunta dall'estero. Segnatevi questa data e tenetela bene a mente, per i giochi adulterati e truccati da un pezzo. Emerso politicamente dal nulla, come l’ineletto Renzi il suo successore già designato a palazzo chigi. Il ras dei pentastelluti è stato già cooptato da chi comanda? Luigi Di Maio, attento a non disturbare i padroni internazionali, scalda il motorino rampante, non prima di aver pranzato con i maggiordomi della Trilateral, ovvero di chi detiene il potere e detta legge nel mondo, provocando guerre, esodi e stragi globali.

ITALIA: LA RIVOLUZIONE CHE VERRA’?

di Gianni Lannes



Noi cosa vogliamo? Il benessere, la salute, la pace, la fratellanza, l’indipendenza, la libertà? Negli anni ‘70 in tivvù, promuovevano l’automazione industriale spiegando che la sua resa in termini di produttività, avrebbe fatto sì che il lavoro umano sarebbe diminuito, ed aumentato il benessere. Invece, in ragione di uno strano algoritmo questo non è accaduto. Solo ultimamente la gente avverte che le autorità ingannano sempre e comunque le masse obbedienti, che i governi e le più alte cariche non sono così trasparenti come vorrebbero farci credere. Dunque, non possiamo riporre ciecamente in altri, soprattutto nelle istituzioni la nostra vita, fidandoci di chi non lo merita e non alcuna autorevolezza morale o umana. 

16.7.16

TRIESTE LIBERA DALL’ITALIA!



 di Gianni Lannes

L’obiezione fiscale, motivata, fa cadere o svela qualunque regime, anche quello farsesco retto dall'ineletto Renzi, per conto terzi straniero. 




Cittadine e cittadini di Trieste, ormai esasperati dalle istituzioni italiane si sono uniti ed hanno deciso di sospendere «i pagamenti di tutte le imposizioni fiscali dirette ed indirette dello Stato italiano, dei suoi organi, delle sue amministrazioni pubbliche e dei suoi concessionari di pubblici servizi». Essi sono i sostenitori di "Territorio Libero di Trieste" ed hanno insieme inoltrato alla Prefettura un testo, dove comunicano la loro: “dichiarazione di obiezione fiscale  motivata”.  I cittadini triestini sostengono a buon diritto nazionale e internazionale, inoltre la mancanza di sovranità dello Stato italiano, in quanto "finzione politico – giuridica", che non riconoscono come legittima.

15.7.16

STATO D'EMERGENZA: SOSPESA LA LIBERTA' IN FRANCIA!





di Gianni Lannes

Et voilà! Dopo aver fabbricato l'ennesimo attentato costato la vita ad 84 persone (tra cui 10 bambini) con 202 feriti (tra cui 50 in gravi condizioni), l'Eliseo fa scattare una sospensione annunciata della democrazia nella République. Così il fantoccio telecomandato Hollande, proroga lo stato d'emergenza per altri 3 mesi, ma in sostanza a tempo indeterminato. Si tratta di grandi prove che, se necessarie, verranno replicate in gran parte del vecchio continente. Il caso francese è precursore ma al contempo laboratorio sperimentale di nuove misure repressive. Tranquilli: in Italia la libertà è stata annientata da un bel pezzo. 


UN ATTENTATO GOVERNATIVO PER PROROGARE LO STATO DI EMERGENZA IN FRANCIA

 


di Gianni Lannes


Parola d'ordine del sistema di dominio globale in difficoltà: seminare la paura in Europa. E così terrorismo di Stato a Nizza: camion e spari sulla folla. Risultato: 84 morti e 202 feriti. Il terrore istituzionale colpisce ancora la Francia, perchè è una nazione libera, indipendente ma soprattutto ha gli anticorpi per reagire ed innescare un'altra rivoluzione. Ecco la versione ufficiale. Nel giorno della festa nazionale del 14 luglio, un individuo alla guida di un camion si è scagliato sulla folla riunita a guardare i fuochi d'artificio lungo la Promenade des Anglais. Correndo all'impazzata, ha lasciato a terra almeno 84 morti e 202 feriti, 50 dei quali in condizioni gravi. Il veicolo ha investito le persone che si trovavano sul percorso per almeno 2 chilometri. Tra le vittime molti sono bambini. La tragedia è avvenuta intorno alle 22.30. 

14.7.16

STRAGE SILENZIOSA DI BAMBINI E ADOLESCENTI IN ITALIA




 di Gianni Lannes

Almeno 8 milioni di bimbi - secondo le stime ufficiali dell’ONU - scompaiono nel mondo ogni anno, vale a dire 22 mila al giorno. E non sono bruscolini, ma esseri umani appena affacciati alla vita. E’ una moria di innocenti che ha raggiunto proporzioni gigantesche, e viene perpetrata sotto lo sguardo indifferente di tanti benpensanti.

I  minori scomparsi sono per natura invisibili. Il dato più significativo in negativo, si riferisce nel belpaese ai minori stranieri non accompagnati: soltanto nel 2015 ne sono spariti più di 12 mila subito dopo il loro arrivo, nonostante la presa in carico del ministero dell’interno e dei tribunali per i minorenni. Già, ma chi controlla i controllori? Nei primi 5 mesi del 2016, certifica l’ultimo rapporto del ministero delle politiche sociali, sono già irreperibili 5.241 minori sbarcati nello Stivale.

SCHIAVI IN ITALIA SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI!

di Gianni Lannes


Ecco il terzo mondo dell'Europa. Nell'estate dell'anno 2016 basta mettersi in viaggio da Foggia a Reggio Calabria, per notare ad occhio nudo le masse di schiavi nelle campagne italiane, vittime predestinate delle nuove forme di caporalato. Al contempo è facile accorgersi delle torme di ragazze, spesso minorenni, costrette a prostituirsi nelle città tricolori, gestite anch’esse a livello schiavistico dalla criminalità organizzata, sotto lo sguardo benevolo delle forze dell’ordine, grazie non di rado all’omertà giudiziaria di toghe ed ermellini.

Senza dimenticare i migranti minori non accompagnati, sfruttati a sangue nei mercati ortofrutticoli o abusati dove capita, sotto gli occhi di migliaia di individui adulti, ma comunque indifferenti alla pietà umana.

STRAGE FERROVIARIA: ECCO I RESPONSABILI





di Gianni Lannes


Vite spezzate da irresponsabili politici e tecnici. 23 morti accertati, 4 dispersi e 51 feriti. Tranquilli, siamo nel belpaese privo di memoria sociale e di volontà di ribellione al peggio: passato il clamore della tragedia tutto tornerà a breve come prima, anzi peggio di prima, in attesa della prossima strage per vomitare ipocrisia.

Ora, nel frattempo, i soliti mass media ammaestrati e telecomandati da chi detiene il potere economico ed esercita il dominio sulle masse popolari, stanno dando in pasto all'opinione pubblica un capostazione, invece di individuare le precise responsabilità politiche. Certo un errore disumano, ma di chi, piuttosto, nel 2016 non ha consentito di realizzare i sistemi di sicurezza automatici. Così, i ferrovieri stanno ancora a farsi le telefonate come 60 anni fa, solo che il numero dei treni su quella linea è aumentato a dismisura: ben 196 convogli al giorno.